Abbiamo 264 ospiti e nessun utente online

CLUB ALPINO ITALIANO
 
SEZIONE DI SAN VITO DI CADORE
Corso Italia , 92/94 - 32046 San Vito di Cadore (BL)
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

GITA  SOCIALE

Alpi Carniche Orientali

sabato 23 e domenica 24 settembre 2023
 

RITROVO: sabato 23, ore 7, sede sezionale, trasferimento con mezzi propri al Passo di Monte Croce Carnico

Anello del Pal Piccolo”

ITINERARIO: dal Passo m 1360, ci si incammina oltre la frontiera sul versante N-O, per uno degli itinerari ad anello più belli e meno faticosi di questa zona, tristemente nota per gli eventi della Prima Guerra. Il percorso si snoda inizialmente senza difficoltà tra postazioni austriache e gallerie, un vero e proprio museo all’aperto sistemato dall’Associazione Dolomitenfreunde. L’ex sentiero militare presenta passaggi aerei ed attrezzati con cavi solo nella parte che precede la panoramica sommità del Pal Piccolo m 1866. Il rientro avviene lungo la mulattiera segnavia CAI 401, che snodandosi tra dossi rocciosi e doline, ci conduce sull’assolato versante meridionale, luogo di grande interesse per gli appassionati dell’arrampicata e storica palestra di roccia; con una serie di tornanti il bel sentiero ci consentirà di ritornare con una breve contro-salita al Passo

TEMPI DI PERCORRENZA: ore 3,30 soste escluse (pranzo al sacco)

DISLIVELLO: +- 500 m.

DIFFICOLTÁ: E – escursionisti, sentiero e mulattiera, brevi tratti attrezzati con cavo, scalette (utile frontale)

RIENTRO: rientro a Laipacco, da dove parte la rotabile (in parte sterrata) che conduce alla casera di malga Pramosio, presso la quale pernotteremo (in stanze da più posti con il bagno in comune), con cena e colazione

ALTERNATIVA: visita al Museo Grande Guerra di Timau

_________________________
 

RITROVO: domenica 24, ore 7 colazione, ore 8 partenza per la seguente escursione con meta:

Lago e Cima di Avostanis”

ITINERARIO: dalla malga Pramosio m 1521 si sale sulla pista forestale CAI 402; al primo tornate si trova un altarino con uno scarpone in pietra e una croce in ferro in ricordo di Maria Plozner Mentil, portatrice carnica, uccisa da un cecchino durante la Prima Guerra. Continuiamo a salire, non lasciando mai la strada sterrata che sale ripida tra prati erbosi. Raggiungiamo così il lago di Avostanis e la casera Pramosio Alta, transitando per casera Malpasso e casera delle Manze. Nei pressi della casera Pramosio Alta si prosegue sul sentiero CAI 402 che risale il versante sud della cima Avostanis m 2193 (o Blaustein in quanto si trova a nord-est della Creta di Timau, sul confine con l’Austria). La cima ospita diversi resti di postazioni della Grande Guerra. Dalla cima riusciamo a goderci un panorama a 360 gradi fino al monte Coglians. Per il rientro si effettua un piccolo anello dirigendosi verso la Creta di Timau e scendendo al lago da ovest. Giunti al lago si rientra alla malga Pramosio sulla pista forestale utilizzata all’andata

TEMPI DI PERCORRENZA: 5,30 (soste escluse, pranzo al sacco)

DISLIVELLO: +- 700 m.

DIFFICOLTÁ: E – escursionisti “allenati”

RIENTRO: a San Vito nel tardo pomeriggio

_________________________
 

COSTI: 45,00 Euro trattamento mezza pensione a Malga Pramosio (escluse bevande); rimborso spese carburante ai soci automobilisti; eventuale ingresso al museo

INFO E ADESIONI (obbligatorie entro venerdì 26/8 per prenotare la malga) telefonando a Giuliana Pavlica 3397248316 o Mauro De Vido 330633033, caparra obbligatoria di 30,00 Euro. NOTE: il programma potrebbe subire modifiche a discrezione degli organizzatori; le attività sono soggette alle norme e regolamenti vigenti anche interne al CAI


 

Commenti offerti da CComment